Gli abbracci che curano, a Milano il primo shop di peluches dedicato alla Hug Therapy

Gli abbracci che curano, a Milano apre il primo shop di peluches dedicato alla Hug Therapy

Gli abbracci curano. Avere contatti fisici è da sempre una sorta di ‘medicina universale’. Gli abbracci trasmettono comfort e affetto. E sono stati anche studiati per capire gli effetti benefici per la salute.

A Milano in via Turati è stato aperto dentro il concept store Biancolatte, diventato negli anni un indirizzo cult per i foodies, Biancolatte Hugs, il primo shop interamente dedicato ai peluches per grandi e piccini, ispirato alla Hug Therapy: un paese dei balocchi per i bambini, un ritorno all’infanzia per gli adulti. Ad accogliere gli ospiti un grande Coniglio Bianco “Free Hugs” a disposizione di chiunque voglia abbracciarlo mettendo così in pratica i benefici della Hug Therapy. Un luogo in cui abbandonare lo stress della quotidianità per lasciarsi incantare ed emozionare da ogni tipo di peluche: tra suggestive lucine, colori pastello e invitante morbidezza, per un’esperienza all’insegna dell’affetto, della dolcezza e delle coccole.

Cos’è l’Hug Therapy

Secondo uno studio condotto dall’Università di Amsterdam, la terapia dell’abbraccio sarebbe una vera e propria cura ed aiuterebbe a diminuire visibilmente lo stress, inoltre dà una mano a tenere sotto controllo la negatività che viene accumulata durante la giornata per i piccoli inconvenienti di tutti i giorni.

Meno ansia e più abbracci! Ecco perché la capitale della moda ha avuto un’idea che potrebbe rivoluzionare le nostre vite: si chiama Biancolatte Hugs ed è il primo concept store che mette a disposizione tantissimi peluches da abbracciare per contrastare il male di vivere. Biancolatte è aperto da ben 11 anni e si trova in Via Turati.

Nel 2015 i ricercatori dell’Università della Carolina del Nord hanno reclutato 59 donne di età compresa tra 20 e 49 anni che vivevano con un coniuge o un partner monogamo da almeno sei mesi. E constatato un innalzamento di ossitocina nel sangue delle donne, un ormone prodotto nella ghiandola pituitaria che induce rilassamento e abbassa l’ansia, in quelle persone che avevano più frequentemente contatti fisici affettuosi con i loro partner, come tenersi per mano e abbracciarsi.Cos’è l’Hug Therapy Secondo uno studio condotto dall’Università di Amsterdam, la terapia dell’abbraccio sarebbe una vera e propria cura ed aiuterebbe a diminuire visibilmente lo stress, inoltre dà una mano a tenere sotto controllo la negatività che viene accumulata durante la giornata per i piccoli inconvenienti di tutti i giorni. Meno ansia e più abbracci! Ecco perché la capitale della moda ha avuto un’idea che potrebbe rivoluzionare le nostre vite: si chiama Biancolatte Hugs ed è il primo concept store che mette a disposizione tantissimi peluches da abbracciare per contrastare il male di vivere. Biancolatte è aperto da ben 11 anni e si trova in Via Turati.

Abbracciare, accogliere fa bene a tutti, secondo la ‘teoria dell’abbraccio’.

L’idea di Biancolatte Hugs è nata in seguito alla tendenza sempre più frequente anche negli adulti di cercare nei peluches un conforto, una rassicurazione, una consolazione dalle preoccupazioni e dalle ansie della vita. Secondo i ricercatori dell’Università di Amsterdam, infatti, la Hug Therapy o terapia dell’abbraccio, aiuta a dominare ansie, depressione e stress; contribuisce inoltre a renderci mentalmente più forti. Affrontare la notte e la paura del buio restando abbracciati a un tenero animaletto di peluche è del resto un classico di sempre.

Biancolatte seleziona i peluches dopo un’attenta e accurata ricerca nelle fiere di tutto il mondo, e particolarmente in Germania, Inghilterra, Francia e Olanda, mercati che sono di grande ispirazione sotto questo punto di vista.

Ogni singolo peluche viene scelto per la morbidezza, la tenerezza, l’espressione simpatica; fondamentale è che siano accoglienti, che invitino all’abbraccio, che siano soffici e piacevoli al tatto, discostandosi dai peluches “old style” tipicamente un po’ rigidi.

Fonte ansa

Articolo scritto da Redazione PinkItalia

pinkitaliafooter

Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di PINKITALIA  sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License. Ulteriori permessi possono essere richiesti contattando  redazionepinkitalia@gmail.com

Pinkitalia.it
Trattamento dati: Paola Guerci.
La firma degli articoli non dà diritto ad alcuna remunerazione, né vincola a qualsiasi rapporto di prestazione giornalistica che non sia espressamente regolamentato da apposito contratto.
I materiali inviati non verranno restituiti.
Alcune delle immagini riprodotte o rielaborate per la pubblicazione sono reperite da internet o comunque da fonte liberamente accessibile e sono considerate di pubblico dominio (l. 41/633 art. 90) salvo diversa indicazione espressa. Qualora la loro presenza su questo sito violasse eventuali diritti d’autore, gli interessati o gli aventi diritto possono comunicare le loro osservazioni in merito alla pubblicazione delle immagini scrivendo a redazione@pinkitalia.it, che valuterà le richieste e l’opportunità di rimuovere le immagini pubblicate nel pieno rispetto delle normative vigenti.
La redazione si riserva la facoltà di modificare, secondo le esigenze e senza alterarne la sostanza, gli scritti a sua disposizione. Le opinioni espresse nei commenti non implicano alcuna responsabilità da parte di Pinkitalia.it

Privacy Policy

Web Developer Fabio Folgori