Milano: “Lavoro agile”, il 25 marzo la seconda edizione

Mancano 24 giorni alla Seconda Giornata del Lavoro Agile a Milano e il numero delle adesioni continua a salire: ad oggi sono 71 le società grandi, medie e piccole che hanno comunicato al Comune di Milano la loro adesione.

lavoro agile milano 2015 2

Il 25 marzo, quindi, potrebbe diventare non solo una giornata di lavoro agile per la città metropolitana di Milano ma anche a Venezia, Torino, Genova, Bergamo, con un potenziale coinvolgimento di decine di migliaia di lavoratori e lavoratrici.

lavoro agile milano 2015

 

«Insieme alle altre amministrazioni – dichiara l’assessore alla Qualità della Vita Chiara Bisconti – abbiamo iniziato con le più importanti città del Nord, da Genova a Venezia passando per Torino, un percorso di collaborazione importante di cui Milano è capofila riconosciuta. Il 25 marzo potrebbe diventare una giornata davvero unica per il nostro paese, le prove generali di un evento nazionale di cui Milano si sta facendo promotrice. La partecipazione di tanti altri comuni alla nostra iniziativa chiama l’attenzione anche del Governo per alcune modifiche normative che possono rendere più facile l’applicazione del lavoro agile, soprattutto per le pubbliche amministrazioni».

 

Intanto anche lo sport aderisce con formule innovative.

Milanosport, infatti, in collaborazione con Wow – web magazine metterà a disposizione gratuitamente a tutti i fruitori della Piscina Cozzi (via Tunisia 35) delle isole lavorative, piccoli uffici informali, dotate di connessione wifi e punti luce che verranno realizzati sulla tribuna aperta al pubblico. Inoltre verrà allestita una piccola reception all’entrata dell’impianto.

L’iniziativa, pensata per la giornata del 25 marzo, avrà luogo a partire dal 24 fino al 27 marzo.

Qui la spiegazione di lavoro agile Milano

Articolo scritto da Redazione PinkItalia

pinkitaliafooter

Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di PINKITALIA  sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License. Ulteriori permessi possono essere richiesti contattando  redazionepinkitalia@gmail.com

Pinkitalia.it
Trattamento dati: Paola Guerci.
La firma degli articoli non dà diritto ad alcuna remunerazione, né vincola a qualsiasi rapporto di prestazione giornalistica che non sia espressamente regolamentato da apposito contratto.
I materiali inviati non verranno restituiti.
Alcune delle immagini riprodotte o rielaborate per la pubblicazione sono reperite da internet o comunque da fonte liberamente accessibile e sono considerate di pubblico dominio (l. 41/633 art. 90) salvo diversa indicazione espressa. Qualora la loro presenza su questo sito violasse eventuali diritti d’autore, gli interessati o gli aventi diritto possono comunicare le loro osservazioni in merito alla pubblicazione delle immagini scrivendo a redazione@pinkitalia.it, che valuterà le richieste e l’opportunità di rimuovere le immagini pubblicate nel pieno rispetto delle normative vigenti.
La redazione si riserva la facoltà di modificare, secondo le esigenze e senza alterarne la sostanza, gli scritti a sua disposizione. Le opinioni espresse nei commenti non implicano alcuna responsabilità da parte di Pinkitalia.it

Privacy Policy

Web Developer Fabio Folgori